Questa è l'Europa

25
nov

Abbiategusto numero 18 Inaugurato da Santin e dal sindaco di Ellwangen: «Continuiamo così: questa è l’Europa!»

Taglio del nastro a due mani (o forse si dovrebbe dire a quattro?) quello di ieri sera,venerdì 24 novembre, per l’inaugurazione di Abbiategusto 2017, 18esima edizione. Insomma, ad usare le forbici per sancire l’apertura della fiera del gusto e dei sapori sono stati, insieme, il tre volte stellato chef Ezio Santin e il sindaco della città tedesca di Ellwangen, gemellata con Abbiategrasso da ormai 26 anni, Karl Hilsenbek.

Presenti l’assessore alle Fiere del Comune di Abbiategrasso, Cristina Cattaneo, definita «la madrina dell’Abiategusto 2017», il presidente del Paco del Ticino, Gianpietro Beltrami, in rappresentanza dell’ente che si è assunto il compito e l’onere di organizzare la manifestazione di quest’anno, e naturalmente il sindaco Cesare Nai, al suo primo Abbiategusto con la fascia tricolore, il quale ha rimarcato il fatto che la manifestazione raggiunge quest’anno la maggiore età e che è importante che, essendo già dotata del titolo di fiera nazionale, guardi con interesse alla sua prossima dimensione di carattere internazionale.

È in questo contesto che ha preso la parola il suo collega Hilsenbek, sindaco di Ellwangen da ben 14 anni, il quale ha esortato le due città gemellate a continuare a consolidare i rapporti in essere e ha sottolineato che proprio dentro manifestazioni come Abbiategusto si costruisce l’Europa: «Questa è l’Europa!», ha esattamente esclamato il sindaco tedesco, che dopo avere ringraziato per l’invito ha aggiunto, rivolto a Nai, che «Abbiategrasso ha tra i suoi pregi il miglior riso per fare impareggiabili risotti, mentre Elwangen conserva il primato per quanto riguarda la sua birra».

Logicamente i riferimenti al cibo si sono sprecati. Ne ha fatti anche monsignor Innocente Binda, intervenuto per portare la benedizione sulla fiera e sui suoi operatori: «Tommaso Moro, che fu proclamato santo, chiedeva al Signore di avere sì il pane quotidiano, ovvero qualcosa da digerire, ma aggiungeva che possibilmente fosse anche da digerire bene…».

Al termine della cerimonia, prima del tradizionale tour tra gli stand alla scoperta delle gioie del palato, si è proceduto alla inaugurazione del defibrillatore che la sezione Avis “Guido Racchi” di Abbiategrasso ha donato all’associazione Crioce Azzurra, la quale lo ha messo a disposizione del Comune di Abbiategrasso proprio all’interno del Quartiere Fiera di via Ticino, nei pressi del bar-ristorante interno. Ai presidenti delle due associazioni, Salvatore Restuccia e Ornella Oldani, che hanno simbolicamente scoperto il defibrillatore insieme all’assessore cattaneo e al sindaco Nai, il grazie di quest’ultimo a nome dell’intera comunità.